Misuratori laser professionali o rilevatori laser: quali scegliere?

I misuratori laser che vedete in uso nel vostro studio dentistico locale o quelli che potete ordinare online sono entrambi dispositivi di misurazione. Un dentista usa il laser per misurare la quantità di luce assorbita dai materiali, mentre un misuratore laser online vi permetterà di misurare la quantità di luce emessa da una sorgente. La differenza tra questi tipi di dispositivi è semplice: il dispositivo del dentista è destinato a misurare la quantità di luce che viene assorbita, mentre un misuratore laser è destinato a misurare la quantità di luce che viene emessa. È questa luce che ci interessa qui. Mentre ci sono molte differenze tra i due, ci sono anche alcune analogie di base.

Entrambi i misuratori sono sistemi elettronici che vengono utilizzati per misurare la quantità di luce che viene emessa da una fonte. Quando si parla di luce, in genere si parla di luce visibile (e anche di luce infrarossa), ma il termine si riferisce alla quantità di “luce” che viene emessa da qualsiasi fonte. Per esempio, se qualcuno dovesse puntare una torcia elettrica direttamente nel tuo occhio, la luce che viene emessa verrebbe definita “luce ultravioletta”. Questa quantità di luce viene misurata in joule. Per confronto, la luce di una zanzara è nell’intervallo da uno a cinque joule. Un jolt è circa l’energia emessa da una capocchia di spillo d’acqua. Sarete in grado di leggere i risultati della misurazione molto chiaramente e rapidamente pure. Alcuni dei misuratori senza fili hanno capacità Bluetooth.

Un dispositivo wireless è molto più facile da usare e più comodo da avere in ufficio o in casa rispetto ai dispositivi cablati. Tuttavia, lo svantaggio principale è che questi dispositivi wireless devono essere collegati a una presa elettrica. Se la corrente manca per un lungo periodo di tempo, il dispositivo wireless non funzionerà. Per questo motivo, è spesso più conveniente utilizzare le versioni cablate di queste macchine.

Nel caso di un laser, la misurazione si basa sulla lunghezza d’onda della luce che è stata emessa. Il termine per questa misurazione è “wavelum”, che non ha nulla a che fare con il diametro del raggio laser o la sua larghezza. Il modo in cui il misuratore laser professionale misura le lunghezze d’onda è con un dispositivo chiamato spettrometro. Questo pezzo di equipaggiamento misura la quantità di energia che viene emessa come un diverso tipo di onda, uno che è stato collegato alla lunghezza d’onda della luce.

Ulteriori consigli sul sito sceltamisuratorilaser.it.